STORIA DEL BOVE FINTO

Le storie locali dicono poco sulle origini di questa manifestazione; per alcuni essa è la
rievocazione di antiche corride introdotte dagli Spagnoli in occasione della loro
dominazione in Italia; per altri si tratta, della rappresentazione di un'antica
usanza finalizzata ad allietare le mense dei poveri nel giorno di carnevale,
consistente nel mettere a disposizione la carne di un bue cacciato e mattato.
E' certo che fino al 1819 il bue era vero come attestato da alcuni testi.
La tradizione del " bov fint " questa volta non più vero ma finto, risale al periodo fascista,
e veniva organizzata dall' Opera Nazionale Dopolavoro. I principali fautori dell'epoca furono:
Arturo Ciabattoni,Tommaso Laudadio, Angelo Benfaremo e Mario Casali.

Alcune immagini di un pò di anni fa ....


Sotto troverete un link di una ricerca molto interessante di Mario Vannicola che parla del BOVE VERO ad Offida

IL BOVE VERO