Dopo quasi 12 anni riapre il Teatro Serpente Aureo. E' con emozione che restituiamo il Teatro al suo uso, dopo i lavori di risanamento
che ne hanno restaurato la struttura adeguandola alle norme di sicurezza e migliorandone la funzionalità. Crediamo che si sia fatto
un bel lavoro, coerente con la storia del Teatro, le sue tradizioni, la sua pregevole architettura che ne fanno uno dei più significativi
Teatri Storici delle Marche. Il Teatro appartiene alla storia e alla cultura di Offida e come tale è sentito da tutti gli offidani;
non un ambiente per pochi, riservato ad una casta elitaria; il luogo della"cultura dotta" . Il Teatro è stato quello strumento a disposizione
di tutti per avvicinarsi all'arte, per godere delle sue bellezze; il centro propulsore di attività culturali che assieme a illustri protagonisti
hanno coinvolto anche tanti offidani. Il Teatro è stato il cuore del carnevale di Offida; questo momento straordinario nella vita della nostra
cittadina, espressione di una comunità impegnata e laboriosa, ma nello stesso tempo gioviale, ospitale ed attenta alla qualità della vita.
Questo è stato il Teatro nel passato, questo vorremmo che continuasse ad essere nel futuro. La stagione inaugurale propone eventi che
testimoniano la storia del Teatro Serpente Aureo nelle varie iniziative che in esso si sono effettuate: e quindi lirica, prosa, operetta, danza,
opera, musica classica e moderna e, certamente, anche il carnevale. Non abbiamo voluto presentare una singola stagione tematica; questo verrà
fatto nell'ambito delle attività annuali che il Teatro svilupperà. A tale riguardo abbiamo costituito l'Associazione Teatrale Teatro Serpente Aureo
aperta alle Associazioni culturali e a tutti i cittadini di Offida. Essa organizzerà le iniziative all'interno del Teatro e promuoverà la cultura
come crescita sociale, turismo, sviluppo. Con l'avvio della stagione inaugurale voglio esprimere un caloroso ringraziamento ai tanti
che hanno lavorato al restauro del Teatro e a tutti i cittadini di Offida che hanno atteso pazientemente in questi anni, fiduciosi nella restituzione
alla collettività di una struttura recuperata nel suo massimo splendore. Speriamo che tale attesa sia stata ben ripagata.
Torniamo quindi al Teatro; a tutti il più cordiale benvenuto. Il Sindaco Ing. Lucio D'Angelo - 20/12/2002